SCUOLA DI MONTAGNA "CESARE CAPUIS"

 

 

La Scuola di Montagna (alpinismo, scialpinismo, arrampicata libera) dedicata a Cesare Capuis, valente alpinista e Accademico del Club Alpino Italiano, dirigente Montedison vissuto a Mestre, ha celebrato recentemente, nel 2017, i cinquant’anni di attività: infatti è stata fondata nel 1967 e diretta più volte dal nostro Istruttore Nazionale Emerito, Gianni Pierazzo.

L’organico che la compone vanta attualmente più di 3O Istruttori, qualificati all’insegnamento delle tre discipline che la scuola oggi esprime; la loro passione per la montagna vissuta in ogni stagione e le esperienze alpinistiche maturate nel tempo, si associano a quelle di condividere queste capacità e conoscenze con le nuove generazioni e con i soci della Sezione che desiderano avvicinarsi all’alpinismo. Si desidera dare loro la possibilità di vivere queste esperienze in libertà, in modo consapevole e soprattutto in sicurezza, principale obiettivo di ogni Scuola del CAI.

L’occasione dei cinquant’anni ha permesso alla Scuola di vedere realizzati alcuni obiettivi che perseguiva da tempo.

Rinnovo dell’organico

Nello scorso 2017 un nutrito numero di giovani aspiranti istruttori sono entrati a far parte dell’organico dei Sezionali e, cosa ancor più entusiasmante, a svolgere nel breve tempo una attività alpinistica di tutto rispetto, che pone le basi per ognuno di loro ad una crescita qualitativa che li porterà, nel prossimo futuro, a cogliere quelle qualifiche indispensabili al mantenimento attivo della nostra struttura didattica.

Kenya Expedition 2017

Finalmente, a distanza ormai di 25 anni, alcuni istruttori della Scuola “Capuis” si sono avventurati fuori dalle “4 pareti” delle Alpi. Nè Sud America, nè Asia centrale: questa volta in territorio Africano, nello stato del Kenya, poco sotto all’equatore alle pendici dell’omonimo monte. L’obiettivo è salire la storica ed impegnativa via Shipton e concatenare le due cime, Batian e Nelion, che superano entrambe i 5000 metri. La partenza è prevista prima di Natale 2017, mentre il loro rientro nella prima decade di gennaio.

Cambio del Logo 

Per i festeggiamenti del cinquantennale era stato chiesto un logo celebrativo che ha dato l’opportunità di costruire un simbolo grafico complesso: da una parte l’inconfondibile profilo nord dell’Antelao, terreno che ha visto nascere e crescere la nostra Scuola, dall’altro un’aquila in volo sopra di esso. Il tutto all’interno di una struttura geometrica che ricorda il contenitore di messaggi quando desideri far parlare un fumetto. L’idea si è sviluppata cercando la continuità con questo logo che avrebbe dovuto “morire” terminati i festeggiamenti. Quindi nel disegnare l’aquila, abbiamo voluto caratterizzarla in modo che potesse rimanere e rappresentare la Scuola del futuro: ecco le due teste, una che osserva il passato ed una che guarda il futuro, il tutto per dire - non c’è futuro se non lo costruisci conoscendo il passato.

Tre punti di riferimento, quindi, per una ripartenza che dovrà riaffermare credibilità e prestigio ad una Scuola che è sempre stata punto di riferimento nel panorama nazionale delle strutture didattiche del CAI.

 

  e-mail sezionale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 Componenti   Attività Sezionale

 

Cai Sezione di Mestre (VE) - VIA FIUME 47/A - 30171 - VENEZIA MESTRE (VE).

Please publish modules in offcanvas position.