edizione 2018edizione 2017fabio favaretto

 

TERZA EDIZIONE 2019

ESITI
sono risultati premiati i seguenti lavori:

PRIMO PREMIO di euro 1500 alla tesi:
“Occitamia: un progetto di turismo esperienziale per i borghi abbandonati di Castelmagno.”
di  Elena Ferreri.

La tesi propone, attraverso un progetto di turismo esperienziale, il recupero e la valorizzazione di un territorio dalla forte caratterizzazione culturale e identitaria. La nuova visione prospettata supera anche l’immagine di un turismo a basso impatto, comunque apportatore di mere risorse economiche, per prefigurare un turismo attivo e sostenibile in cui in “turista-volontario” interviene attivamente per il recupero della cultura materiale favorendo al contempo il benessere sociale, culturale e ambientale del territorio interessato.

SECONDO PREMIO di euro 1000 alla tesi:
“I nuovi paesaggi del dopo Vaia: una proposta per Pozzale (Pieve di Cadore).”
di Samereh Nouri Aghjeh Kandi e Nicola Stecca.

Si può trasformare un disastro in nuova opportunità? La tesi propone un nuovo scenario attraverso il superamento della logica del ripristino a bosco nelle aree colpite e una riappropriazione ad usi agricoli sulla strada, già intrapresa da alcuni pionieri, delrecupero e valorizzazione delle colture di montagna attraverso i seminativi di versante. La lettura storico-culturale del territorio mette in evidenza che le soluzioni da prefigurare, di caso in caso, devono essere specifiche evitando soluzioni facili e generalizzate.

Sono inoltre risultate segnalate le seguenti tesi riportate di seguito senza alcun ordine di priorità:

“Proposta di rigenerazione territoriale di un’area delle prealpi carniche attraverso il progetto di un ecomuseo.”
di Laura Bertoia.

“Innovative forest management agreements in the Alpine context: an analysis of relevant existing experiences and proposals for the Italian context”
di Enrico Bonis.

“Turismo e cultura: valorizzazione di un territorio fragile lungo i binari dell’Avellino-Rocchetta Sant’Antonio”
di Marta Bovio.

“Biodiversità e conflitti: il caso del lupo in Lessinia”
di Michela Faciotti.

 

OPERE CONCORRENTI

1Maria Elena MarescottiThe valorization of the meat from wild ungulates: evidences from an italian empirical analysisUniversità degli Studi di MilanoFacoltà di Scienze Agrarie e AlimentariAbstract
2Elena FerreriOccitaMia: Un progetto di turismo esperienziale per i borghi abbandonati di CastelmagnoPolitecnico di TorinoArchitetturaAbstract
3Laura BertoiaProposta di rigenerazione territoriale di un’area delle prealpi carniche attraverso un progetto di un ecomuseoUdineDipartimento politecnico di ingegneria e architetturaAbstract
4Alberto DorettoWhen the flow matters: how benthic communities respond to global and local environmental changes in Alpine streamsTorinoScienze della Vita e Biologia dei SistemiAbstract
5Enrico BonisInnovative forest management agreements in the Alpine context: an analysis of relevant existing experiences and proposals for the Italian contextLibera Università di BolzanoScienze e tecnologieAbstract
6Federico CasettaThermobarometry, geochronology and petrological evolution of the Middle-Late Triassic magmatic products in the Dolomitic Area (Southern Alps)FerraraFisica e Scienze della TerraAbstract
7Edoardo SchiariNouveaux Voyages dans les Alpes: Attraverso il MoncenisioPolitecnico di TorinoArchitetturaAbstract
8Eda SukuG-protein coupled receptors activation mechanism: from ligand binding to the transmission of the signal inside the cellVeronaDipartimento di BiotecnologieAbstract
9Federico SartoriLa bella montagna. Esperienze di terzo settore nelle aree montaneIUAV VeneziaProgettazione in ambienti complessiAbstract
10Giulia MazzabufiTerritorio e ricerca socio-ambientale: un progetto di applicazione nel VelinoBolognaLettere e Beni CulturaliAbstract
11Martina Preda, Francesco TuratiIl teatro del quotidiano, strategia per la riattivazione dei territori montani.Politecnico di MilanoScuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle CostruzioniAbstract
12Serena AndrigoLe nuove sfide del turismo estivo in Val di Fassa: una proposta di rilancio per la mobilità sostenibileTrentoDipartimento di Economia e ManagementAbstract
13Vania Pines ScarelTutela delle specie selvatiche e istituti di democrazia direttaUdinescienze economiche e giuridicheAbstract
14Agnese ZeniCaratterizzazione delle comunità diatomiche nei siti di riferimento delle due idroecoregioni del TrentinoBolognaScienze della Natura (LM-60)Abstract
15Michela FacciottiBiodiversità e conflitti: il caso del lupo in LessiniaTrentoSociologia e Ricerca SocialeAbstract
16Samereh Nouri Aghjeh Kandi, Nicola SteccaI nuovi paesaggi del dopo-Vaia: una proposta per Pozzale (Pieve di Cadore)Università IUAV di VeneziaDipartimento di Culture del ProgettoAbstract
17Rita ToninIntraspecific functional variability of plant species in snowbed and ice holes under changing climatic conditionsFerraraScienze della Vita e BiotecnologieAbstract
18Viviana PiumattoLa rigenerazione delle aree interne montane: il caso valli Maira e GranaPolitecnico di TorinoArchitettura ed Ingegneria EdileAbstract
19Eleonora  ClòLa Vasca Votiva Inferiore di Noceto:  un ambiente lentico artificiale costruito e influenzato dall’Uomo dell’Età del BronzoModena e Reggio EmiliaDipartimento di Scienze della VitaAbstract
20Alessio CislaghiAssessing shallow landslide susceptibility of vegetated hillslopes through a physically-based spatially-distributed modelPolitecnico di MilanoIngegneria Civile e Ambientale (DICA)Abstract
21Elisa Furia, Elena FascinelliAgrosistema e sviluppo sostenibile: il caso-studio della fine della Terramara di S. Rosa di Poviglio (Bronzo Recente – XVI secolo d.C.)ModenaScienze della vitaAbstract
22Ettore Focaccia, Angelo Paladin, Simone RossatoRestauro di uno spazio condiviso: la colonia ENI di Borca di Cadore nel dialogo tra naturale e artificialeIuav di VeneziaArchitetturaAbstract
23Marta BovioTurismo e cultura: valorizzazione di un territorio fragile lungo i binari dell’Avellino-Rocchetta Sant’Antonio.Politecnico di TorinoDipartimento di Architettura e DesignAbstract
24Riccardo TrimeloniInnovazione nel rifugio alpino. L’utilizzo di nuove tecnologie applicate come alternativa per la manutenzione in ambiente isolato e di alta quota.Politecnico di TorinoDAD (Dipartimento Architettura e Design)Abstract
25Daniele GiurizzatoLa rovina in attesa. Un progetto di conservazione e valorizzazione per il forte di Col VidalIUAV VeneziaArchitetturaAbstract
26Gianluca UrbisagliaRelazioni sindacali e rapporti di lavoro nel contesto economico-produttivo del settore agricoloVeronaGiurisprudenzaAbstract
27Nicolò ScialpiEconomia neandertaliana delle materie prime litiche. Applicazione della attractiveness equation a un contesto delle Prealpi Carniche.FerraraStudi UmanisticiAbstract
28Angelo SinuelloModificazioni del paesaggio del Monte Matajur a seguito dell’abbandono dell’attività del pascoloTriesteScienze della vitaAbstract

 

 

 

Pagina Facebook  – Premio Fabio Favaretto